Wedding – FAQ Vincenzo Sculli fotografo

1) D – Mi piacerebbe avere delle belle foto, ma non sono fotogenica.

R – la fotogenia fortunatamente non è un fattore ereditario, liberiamoci dall’idea che arriva il fotografo e ci dice cosa dobbiamo fare. Viviamo in modo disinvolto il nostro giorno, interagendo in modo autentico con i nostri cari. Se mi servirà la vostra attenzione, sarò io stesso ad indurvi in atteggiamenti, che catturerò.

2) D – cosa Consegni?

R – un lavoro artigianale, che cerco sempre di confezionare a misura di coppia. Solo nel momento in cui ne parleremo, potrò capire bene le tue esigenze ed offrirti ogni possibile soluzione adatta a te.

Inizierò con il farti vedere delle soluzioni che per grandi linee, sono frutto della mia ricerca e si basano sulle necessità che negli anni ho riscontrato di più nelle coppie. In fine mi concentrerò su come dare vita ad un ricordo che tu possa sentire senza ombra di dubbio tuo.

3) D – si può avere la doppia squadra?

R – certo, in alcuni pacchetti è opzionale, in altri è inclusa. Personalmente consiglio la singola squadra per due motivi molto importanti:

1 Se vi piace il mio modo di raccontare, non ha senso che io curi soltanto la sposa e deleghi un altro “occhio” per curare le fotografie dello sposo.

2 Se siamo in due a fotografare a casa, mentre ad esempio io curo la vestizione della sposa, il secondo fotografo, può dedicarsi a catturare delle situazioni interessanti negli altri ambienti, mentre i familiari e gli amici interagiscono in casa.

È consigliabile valutare insieme, in base anche agli orari e alla logistica che avremo a disposizione al tuo matrimonio: a tal proposito ti può essere utile la FAQ successiva.

4) D – quanto tempo serve per realizzare le fotografie durante un matrimonio?

R – il nostro metodo di lavoro prevede: 1 ora/ 1 ora e 30 min dallo sposo e 2 ore dalla sposa (al netto degli spostamenti). alle esterne sarebbe opportuno avere a disposizione 2 ore di tempo, (sempre al netto degli spostamenti). Di seguito proponiamo uno specchietto del matrimonio “tipo” con tanto di spiegazione (singola e doppia squadra): supponiamo che l’orario della chiesa, sia stato fissato alle 16,00 e che ogni punto di interesse disti mezz’ora di strada.

5) D – in quanto tempo consegni?

R – per contratto, il tempo limite di consegna dell’elaborato digitale (tempi di stampa esclusi), è di 180 gg lavorativi. Tuttavia tendiamo sempre ad accorciare i tempi, grazie ai clienti che rispettano con precisione le tempistiche dei pagamenti, questo ci consente di non essere dispersivi e di consegnare quindi in molto meno tempo.

6) D – come dilazioni i pagamenti?

R – nel nostro metodo lavorativo, cerchiamo di dilazionare i pagamenti in 3 rate, in modo tale da rendere più accessibile l’approccio ai nostri servizi e non complicarti la vita nel momento in cui (dopo il matrimonio), arriveranno i figli, le utenze e tutti gli oneri ai quali noi tutti siamo tenuti a far fronte nel momento in cui costruiamo una nuova famiglia.

Questo ci permette di poter programmare bene il lavoro, di garantirti i servizi richiesti e di garantirti (cosa più importante) la nostra presenza per quel giorno, visto che prenoterai almeno un anno prima un tot di professionisti che dovranno assicurarti il massimo della loro efficienza.

Un’altra cosa alla quale devi prestare attenzione, è che così facendo, ci consentirai di consegnare anche il tuo servizio nei tempi pattuiti. Ogni cosa ti verrà comunque spiegata in modo dettagliato, in fase di firma del contratto.

7) D – Dove andiamo per le fotografie? Mi piacerebbe andare al mare e in montagna!

R – dietro ogni album di cui vado fiero di mostrare, ci sono anni di esperienza, che mi consentono di scegliere i posti migliori dove andare a ricercare la luce più adatta, l’ambientazione ideale, l’atmosfera più bella. Questa scelta, ad un occhio meno esperto, potrebbe apparire più semplice di quella che in raltà è.

E’ importante tener conto della tabella di marcia del singolo matrimonio, per poter garantire sia agli sposi, che agli invitati, la puntualità più assoluta. D’altro canto, perdere la luce migliore trascorrendo gran parte del tempo disponibile in macchina, per andare chissà dove, di sicuro non mi aiuta a darvi fotografie migliori.

8A) D – Perchè le foto sull’album le scegli tu?

R – Perchè è il mio lavoro e la mia passione, ho un’occhio più attento ai dettagli, un senso estetico più allenato e conosco ciò che ho creato più di chiunque altro.

Un buon fotografo compone un album con un ordine cronologico ben preciso, (a me sta molto a cuore la realizzazione del racconto), cerca sempre di comporre un’ottima fotografia sapendo già in fase di scatto, quale sarà il suo posto sull’album.

Nella pagina di un album, non ci può essere una raccolta casuale di fotografie, ognuna di esse con colori e contrasti diversi tra loro, la coerenza di ciò che vedrete, serve ad ottimizzare la lettura dell’album che sarà sicuramente più gradevole e restituirà un esperienza unica a chi lo guarda.

8B) D – Quindi dobbiamo sottostare alle tue scelte?

R – No, preparerò la bozza dell’album e vi inviterò a vederla insieme prima di stampare, (ci può stare che in un ritratto non vi piaccia la vostra espressione o che vogliate sull’album una fotografia che io ho scartato.

Sarò lieto di accontentare gli sposi dove possibile e ragionando insieme sulle possibili modifiche da effettuare, senza stravolgere il mio stile personale*. I Clienti contenti saranno buoni clienti, e saranno ancora più contenti quando grazie alle scelte e ai consigli di un professionista, si renderanno conto che anche ad amici e parenti, il loro album sarà piaciuto.

8C) D – una volta che hai provveduto alle modifiche, sarà possibile chiederne delle altre?

R – Quando verrai a vedere la grafica dell’album, sarò a tua completa disposizione per il tempo necessario e ti chiederò di prestare la massima attenzione a tutti i più piccoli dettagli, perchè ovviamente devo poter lavorare al meglio evitando di fare confusione e di dilungare troppo il flusso di lavoro (che vorrebbe dire ricevere l’album in ritardo). Per questo motivo, è bene fare revisione del lavoro una sola volta.

9)

D1 – Posso avere (in attesa dell’album) qualche foto dei parenti?

D2 – Puoi mandarmi la foto di zia xx che me l’ha chiesta?

D3 – Posso scegliere i poster più in la con calma?

R – purtroppo a queste domande la risposta è sempre la stessa: no, perchè per poter garantire la velocità delle consegne, la qualità di ogni singolo servizio e la sicurezza degli archivi, (più volte si accede e più aumenta il rischio di danneggiarli), dobbiamo accedere ad ogni singolo servizio il minor numero di volte possibile. (LE VOSTRE RICHIESTE SARANNO ESAUDITE QUANDO IL VOSTRO SERVIZIO SARà IN LAVORAZIONE)

10) D – Qual’è il tuo stile fotografico?

R – Ho sempre pensato che una fotografia per essere bella (e non limitarsi ad essere una banale esecuzione tecnica), debba in qualche modo comunicare delle emozioni, degli stati d’animo o delle circostanze in modo chiaro e senza dover essere spiegata. Questa premessa, per me è molto utile per far capire ai soggetti che fotografo, che limitarsi a seguire le mie indicazioni mentre scatto, alla fine non è sufficiente per ottenere una fotografia indimenticabile.

Pensaci: nel giorno del tuo matrimonio, sarai bombardato/a da decine e decine di sensazioni, di emozioni e di stati d’animo che non si ripeteranno mai più, che valore può avere una fotografia che le racchiude tutte? Come si fa a raggiungere la foto perfetta? (Quella che ti farà emozionare anche tra 20 anni) e che farà capire a chiunque la guardi che quel giorno eri in un totale stato di grazia?

É più semplice di quanto pensi: dimenticati del fotografo, vivi tutte quelle emozioni togliendo i

freni inibitori e pensa solo a quanto si sta bene a stare tra le braccia della persona che proprio quel giorno ha deciso di condividere il resto della sua vita con te. Dimostragli le tue emozioni e se anche lui dovesse essere un po più rigido, guardalo negli occhi, digli cosa stai provando e stai sicuro/a che ricambierà gli stessi sguardi e gli stessi abbracci.

Le foto?…LE ABBIAMO Già FATTE e quando le vedrai, le sentirai veramente TUE e avrai la certezza che non esisterà nessun altro album al mondo in cui ci siano delle foto uguali alle tue.

11) D – Posa o Reportage?

R – hai mai provato a posare? Probabilmente ti riesce bene, ma non a tutti. D’altro canto, non tutti sono predisposti alla naturalezza e all’iniziativa. Cerco sempre di adattarmi alle esigenze, alle inclinazioni ed ai gusti dei clienti.

12) D – Lavori in trasferta?

R – Certo, ogni richiesta verrà valutata insieme ai clienti preventivando ogni cosa, al fine di verificarne i presupposti e di ottenere un servizio che soddisfi entrambe le parti in modo reciproco.

13) D – Come possiamo prenotare un tuo servizio?

R – 1 fase preliminare: è bene vedersi o almeno sentirsi (telefono, whats app, social) per verificare la mia effettiva disponibilità. 2 appuntamento: in studio, (videochiamata se fuori sede), faremo un incontro dove esporrete le vostre esigenze e sottoporrò i vari pacchetti. 3 contratto: la data sarà bloccata effettivamente solo previa firma del contratto e versamento della caparra

14) D – Puoi bloccarmi la data in attesa che veniamo?

R – purtroppo no: sia perchè in passato abbiamo perso date a causa di atteggiamenti irresponsabili, sia perchè così facendo si genera confusione e non è il nostro metodo lavorativo ideale.

15) D – Quanto tempo prima bisogna prenotarti?

R – Abbiamo dato disponibilità a 3 mesi dall’evento e a volte eravamo occupati 18 mesi prima. Il consiglio è sempre quello di contattarci non appena avete fissato la data. Le date più gettonate: tutti i Sabati da Maggio a Settembre, e i giorni a ridosso delle feste natalizie (come se fosse Agosto).

16) D – E’ possibile avere un servizio semplice?

R – certo, la semplicità è spesso la soluzione più bella da vedere e tra l’altro si sposa benissimo con i miei gusti. Purtroppo non è quasi mai la più facile da realizzare, anzi! …Percui, il termine “semplice” difficilmente si sposa con “più economico” .

17) D – meglio un professionista o un amico?

R – è sicuro che venga? – se si ammala vi garantisce un sostituto altrettanto valido? – Scatta fino alla fine e non si distrae mai? – ha voglia di capire chi siete e che cosa volete davvero? – che attrezzature usa? – offre una consulenza? – Stampa? – con quale qualità? – sa impaginare un album? Che album vi propone? – garantisce il back-up dei vostri originali in più copie?

18) D – Quanto ti fermi al matrimonio?

R – Sono il primo ad arrivare e tra gli ultimi ad andare via. Copro il matrimonio in tutte le sue fasi significative, casa, rito, esterne, sala (torta, balli, animazione).

19) D – Dopo il ricevimento ci segui?

R – no, per il mio modo di lavorare e per la tipologia dei miei servizi, tutto ciò che succede oltre la sala: feste extra, ingresso in casa etc. non rientra tra le cose da documentare.

20) D – ci vieni a fare le foto alla serenata?

R – non l’ho mai fatto, e mi sarebbe anche difficile farlo per via dei diversi impegni: tuttavia, a prescindere dalla mia disponibilità, sarebbe un servizio aggiuntivo, (da pagare a parte).

21) D – Garantisci la tua presenza al mio Matrimonio?

R – si, personalmente mi impegno in un solo servizio al giorno. Nei casi in cui prendiamo un secondo servizio, la mia presenza è garantita al matrimonio prenotato per primo (la seconda coppia viene messa al corrente della mia assenza prima di firmare il contratto) e verrà affidata al mio staff.

22) D – quanti siete a cena?

R – dipende dal pacchetto scelto sia foto che video. (Generalmente da 2 a 4 persone)

23) D – perchè un servizio Fotografico costa così tanto?

R – La fotografia in generale ha dei costi elevati per chi la realizza già a partire dal livello amatoriale, immagina un professionista, che deve utilizzare sempre attrezzature di altissimo livello e deve aggiornarle continuamente. Immagina tutte le precauzioni tecnologiche che deve adottare per assicurarsi di non perdere mai le tue fotografie. Pensa ai costi di tutti i corsi professionali che un fotografo frequenta per poter realizzare quelle belle fotografie che hai visto e che in questo momento ti stanno motivando a leggere queste Faq. Tutte queste spese, che io affronto costantemente, insieme al mio bagaglio di esperienza e culturale, (il mio knowHow quindi), mi hanno consentito di realizzare le foto che hai visto.

24) D – si, ma il mio budget è limitato, quindi?

R – Sulla vetrina del mio negozio, ho scritto una frase in cui credo profondamente: “tutto quello che resta dei tuoi ricordi, lo trovi tra le pagine di un album”. Si tratta del giorno più bello della tua vita, che potrai rivivere e far vedere ai tuoi figli, solo attraverso le fotografie. Sei sicuro di voler risparmiare proprio in questo?

Probabilmente ci sarà un amico o un amatore che ti proporrà un prezzo più vantaggioso, ma adesso che sai quanto investe un professionista in attrezzatura e sicurezza, sei sicuro che l’amatore sia attrezzato e che le tue fotografie siano al sicuro? Sempre se è capace di realizzare delle fotografie degne dei tuoi ricordi, forse è il caso di risparmiare su altro?